Cortometraggio & Libro

All’origine di questo progetto ci sono un cortometraggio di Federico Micali e prima ancora un libro di Giorgia Vezzoli. Buona visione!

Guarda il corto

Mi piace Spiderman… e allora?

Un corto contro gli stereotipi di genere
di Federico Micali

Liberamente tratto dal libro di Giorgia Vezzoli (Settenove ed.)
scritto da Serena Mannelli e Federico Micali
con Emma, Nora, Roma, Giulia

Prodotto da DNArt The Movie

ITA – 9’.10’’ (english version available)

Cloe è una bambina di sei anni con una grande passione: Spiderman! E per iniziare il primo giorno di scuola non poteva che scegliere la cartella del suo personaggio preferito.

Ma la scoperta della scuola (e del mondo) di Cloe si arresta davanti a una domanda: perché le bambine non possono avere un supereroe preferito? Perché, quando sfoggia lo zaino nuovo, tutti, persino il negoziante, le dicono che «è da maschi»?

Il viaggio di Cloe parte proprio da qui: dalla scoperta che esiste un universo per i maschi e un altro per le femmine. Una divisione che parte dai vestiti e dai giocattoli per arrivare alle immagini della pubblicità, ai cartoni animati, fino alle parole usate nel linguaggio del nostro quotidiano.

«Perché la maestra ha detto che i bambini sono bravi? Le bambine forse non lo sono?», si chiede Cloe. Perché se gioca a calcio la chiamano maschiaccio? E perché non può farsi la cresta nei capelli? E perché, se piange, la chiamano femminuccia? Come mai nel manifesto pubblicitario di un auto, c’è una ragazza in reggiseno?

Il mondo che Cloe racconta, visto con gli occhi di una bambina, sembra in effetti molto strano!

Tratto dal libro di Giorgia Vezzoli, il cortometraggio di Federico Micali è riuscito ad imporsi grazie ad un linguaggio semplice e diretto in grado di rivolgersi direttamente anche a ragazzi e ragazze.

Distribuito con Prem1ere “Mi piace Spiderman… e allora?” ha rapidamente superato i confini nazionali arrivando a contare oltre 50 partecipazioni in festival internazionali, e importanti riconoscimenti come quello del Giffoni Macedonia e del Tokyo Kineko Film Festival.

Credits

Una produzione DNArt The Movie

Realizzata con il sostegno del bando “Non Violenza: lo schiaffo più forte” 
del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Con il supporto di ACF Fiorentina
e di Regione Toscana, Fondazione Sistema, Lanterne Magiche

Regia di Federico Micali

Liberamente tratto dal libro di Giorgia Vezzoli
edito da Settenove

Produttore esecutivo
Giovanni Ciardulli

Coordinamento di produzione
Donatella Federici

Fotografia
David Becheri

Suono
Alberto “Abi” Battocchi

Scenografia
Giulia Parigi

Costumi
Sara Pellegrini

Montaggio
Luigi Mearelli

Musiche
Naomi Berrill e Tiziano Borghi

Con:
Emma, Nora, Roman, Giulia, Elisa Billi

Il libro di Giorgia Vezzoli

Mi piace Spiderman… e allora?

Cloe ha sei anni, racconta storie che la sua mamma trascrive al computer e ha una grande passione: Spiderman! E per cominciare la prima elementare, sceglie la cartella del suo supereroe preferito. La reazione di tutti si riassume, però, in un’unica noiosissima frase: «Ma è da maschi!».

Il libro affronta varie tematiche legate agli stereotipi, alla graduale consapevolezza della propria identità di genere ma anche al confronto tra i bambini e una realtà sempre più multiculturale: il problema dei giocattoli sessisti, la percezione delle coppie omosessuali da parte dei bambini, la distanza tra la varietà sociale e culturale che la bimba incontra e il mondo patinato ritratto nei libri per l’infanzia. Ne esce un libro di narrativa ricco di numerosi spunti di identificazione per i bambini e di riflessione per gli adulti.

 

Giorgia Vezzoli

È poeta e scrittrice e si occupa di comunicazione in ambito sociale. Per Settenove ha pubblicato Mi piace Spiderman… e allora?, piccolo classico della letteratura italiana femminista per l’infanzia che ha ispirato un omonimo cortometraggio nel 2021, e Period Girl, romanzo sulle mestruazioni. Per Giraldi Editore ha pubblicato Ti amo in tutti i generi del mondo, romanzo sul non binarismo di genere, e per Interno Libri la raccolta poetica Poetry Attack.

Il suo sito è giorgiavezzoli.it

Massimiliano di Lauro

Il suo primo albo illustrato Mi Primer Viaje (QOQEditora, 2012) è stato tradotto in cinque lingue. Da allora ha vinto il premio speciale della giuria del concorso Lucca Junior per due anni consecutivi e il premio per l’originalità e la sperimentazione iconica nel concorso Syria Poletti 2013. Tra i suoi lavori Cieli bambini (Secop), Mamma cerca casa (Ed. Paoline), Ago. Storia di un capitano (Biancoenero).

Scopri di più sul cortometraggio

Dai uno sguardo inedito sul dietro le quinte del corto

Leggi appunti e note del regista Federico Micali

Ascolta il punto di vista delle calciatrici

Cortometraggio
& Libro

All’origine di questo progetto ci sono un cortometraggio di Federico Micali e prima ancora un libro di Giorgia Vezzoli. Buona visione!

Guarda il corto

Mi piace Spiderman… e allora?

Un corto contro gli stereotipi di genere
di Federico Micali

Liberamente tratto dal libro di Giorgia Vezzoli (Settenove ed.)
scritto da Serena Mannelli e Federico Micali
con Emma, Nora, Roma, Giulia

Prodotto da DNArt The Movie

ITA – 9’.10’’ (english version available)

Cloe è una bambina di sei anni con una grande passione: Spiderman! E per iniziare il primo giorno di scuola non poteva che scegliere la cartella del suo personaggio preferito.

Ma la scoperta della scuola (e del mondo) di Cloe si arresta davanti a una domanda: perché le bambine non possono avere un supereroe preferito? Perché, quando sfoggia lo zaino nuovo, tutti, persino il negoziante, le dicono che «è da maschi»?

Il viaggio di Cloe parte proprio da qui: dalla scoperta che esiste un universo per i maschi e un altro per le femmine. Una divisione che parte dai vestiti e dai giocattoli per arrivare alle immagini usate dalla pubblicità, ai cartoni animati, fino alle parole usate nel linguaggio del nostro quotidiano .
«Perché la maestra ha detto che i bambini sono bravi? Le bambine forse non lo sono?», si chiede Cloe. Perché se gioca a calcio la chiamano maschiaccio? E perché non può farsi la cresta nei capelli? E perché, se piange, la chiamano femminuccia? Come mai nel manifesto pubblicitario di un auto, c’è una ragazza in reggiseno?

Il mondo che Cloe racconta in prima persona, visto con gli occhi di una bambina, sembra in effetti molto strano!

Tratto dal libro di Giorgia Vezzoli, il cortometraggio di Federico Micali è riuscito ad imporsi grazie ad un linguaggio semplice e diretto in grado di rivolgersi direttamente anche a ragazzi e ragazze.

Distribuito con Prem1ere “Mi piace Spiderman e allora” ha rapidamente superato i confini nazionali arrivando a contare oltre 50 partecipazioni in festival internazionali, e importanti riconoscimenti come quello del Giffoni Macedonia e del Tokyo Kineko Film Festival.

Credits

Una produzione DNArt The Movie

Realizzata con il sostegno del bando “Non Violenza: lo schiaffo più forte” 
del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Con il supporto di ACF Fiorentina
e di Regione Toscana, Fondazione Sistema, Lanterne Magiche

Regia di Federico Micali

Liberamente tratto dal libro di Giorgia Vezzoli
edito da Settenove

Produttore esecutivo
Giovanni Ciardulli

Coordinamento di produzione
Donatella Federici

Fotografia
David Becheri

Suono
Alberto “Abi” Battocchi

Scenografia
Giulia Parigi

Costumi
Sara Pellegrini

Montaggio
Luigi Mearelli

Musiche
Naomi Berrill e Tiziano Borghi

Con:
Emma, Nora, Roman, Giulia, Elisa Billi

Il libro di Giorgia Vezzoli

Mi piace Spiderman... e allora?

Cloe ha sei anni, racconta storie che la sua mamma trascrive al computer e ha una grande passione: Spiderman! E la cartella del suo personaggio preferito che ha scelto per cominciare la prima elementare. La reazione di tutti si riassume in un’unica noiosissima frase: «Ma è da maschi!».

Il libro affronta varie tematiche legate agli stereotipi, alla graduale consapevolezza della propria identità di genere ma anche al confronto tra i bambini e una realtà sempre più multiculturale: il problema dei giocattoli sessisti, la percezione delle coppie omosessuali da parte dei bambini, la distanza tra la varietà sociale e culturale che la bimba incontra e il mondo patinato ritratto nei libri per l’infanzia. Ne esce un libro di narrativa ricco di numerosi spunti di identificazione per i bambini e di riflessione per gli adulti.

Giorgia Vezzoli

È consulente di comunicazione e copywriter, specializzata in progetti di comunicazione etica e sociale. Nel 2009 ha creato il blog su stereotipi e discriminazioni di genere Vita da streghe ed è una delle fondatrici del sito Zero stereotipi.

Massimiliano di Lauro

Il suo primo albo illustrato Mi Primer Viaje (QOQEditora, 2012) è stato tradotto in cinque lingue. Da allora ha vinto il premio speciale della giuria del concorso Lucca Junior per due anni consecutivi e il premio per l’originalità e la sperimentazione iconica nel concorso Syria Poletti 2013.

Scopri di più sul cortometraggio

Dai uno sguardo inedito sul dietro le quinte del corto

Leggi appunti e note del regista Federico Micali

Ascolta il punto di vista delle calciatrici